Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:

Modulo di contatto

Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

Chi siamo

La Penya Barcelonista de Turin (Barça Club Torino) nasce nel maggio del 2010 per iniziativa di Vittorio, fondatore e tuttora presidente, e grazie all'aiuto di altri 4 membri fondatori: Fabrizio, Roberta, Paolo e Sonia. Nell'ottobre del 2010 il club è ufficialmente riconosciuto dal F.C. Barcelona e da allora parecchie iniziative sono state organizzate: trasferte nelle città dove gioca il Barcellona ma anche tante serate per stare insieme e che hanno come comun denominatore la nostra passione per il Barça!

 

La nostra penya è iscritta al registro delle associazioni di Torino e come associazione non ha scopo di lucro e deve considerarsi a fini fiscali ente non commerciale.

 

Scopo dell’associazione è promuovere l’amicizia tra i soci ed i simpatizzanti del FC BARCELONA, sostenendo gli obbiettivi sportivi, sociali, culturali, artistici, scientifici e ricreativi sostenuti dalla società sportiva stessa e trasmettendo i valori storici del FC BARCELONA.

Gladbach, un solo precedente

In più di 60 anni di competizioni europee il FC Barcelona non ha mai trovato sulla sua strada i tedeschi del Borussia Monchengladbach. I prussiani in maglia bianca hanno avuto il loro massimo periodo di fulgore negli anni '70 del secolo scorso quando, nel giro di un decennio, sono stati capaci di conquistare 5 campionati tedeschi, una Coppa di Germania, due Coppe UEFA (perdendo una finale contro il Liverpool) e di sfiorare una Coppa dei Campioni (perdendo la finale sempre contro il Liverpool).

Nel bel mezzo di questo ciclo trionfale il Barça invita il club tedesco a partecipare al Trofeo Gamper del 1973. A quell'epoca il trofeo non era costituito da una partita secca bensì da due semifinali e da una finalissima: in semifinale i blaugrana battono i peruviani del Deportivo Municipal (5-0) mentre i tedeschi battono di misura il San Lorenzo argentino (1-0). Si arriva così al 22 agosto 1973, giorno della finale. Di fronte a 80.000 spettatori il Barça non va oltre al 2a2 (reti di Juanito e Sotil) e solo ai rigori riesce ad imporsi per 5 a 3.

 

23/08/1973

Barcelona - Camp Nou

FC BARCELONA - BORUSSIA MONCHENGLADBACH=2-2

FC BARCELONA: Sadurnì, Rifé, Gallego (42' Zabalza), De la Cruz, Costas, Juan Carlos, Rexach, Marcial, Cos (46' Asensi) Sotil (106' Marti Filosia) Juanito.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH: Kleff (106' Quasten), Danner, Klinkammer, Sieloff, Michalik, Kostner (106' Simonsen), Jensen, Koppel (106' Hilkes), Rupp, Kulik, Heynches.

ARBITRO: Medina Iglesias.

Spettatori: 80.000.

La penya presente al Barça-Alaves

Il nostro socio Dario non ha voluto perdersi la gara casalinga contro l'Alaves dello scorso 10 settembre. La partita purtroppo è andata male ma è in questi momenti  che viene fuori la passione del culé!

Aquest any si!

La copertina del disco. www.ebay.es

Dopo una attesa lunga 6 anni il Barça nel 1991 torna a vincere la Liga. All'epoca per noi questo era un evento clamoroso, al punto che alcuni giocatori della prima squadra (Alexanco, Bakero, Beguiristain, Eusebio, Koeman e Laudrup) decisero di incidere un disco a scopo benefico per celebrare degnamente un evento come la prima Liga di Cruyff. Va detto che non ci troviamo di certo davanti ad un capolavoro nè dal punto di vista musicale nè dal punto di vista grafico giacchè la copertina è terrificante per lo meno tanto quanto il disco. Restando al discorso strettamente musicale il disco è costituito da un lato A che presenta la canzone "Aquest any si!", una sorta di inno trionfale che celebra il ritorno della Liga a Barcellona: la canzone è cantata in catalano indipendentemente dal fatto che al microfono non canti nemmeno un catalano ma solo spagnoli e stranieri.  Sul lato B c'è un'altra di "Aquest any si" ma in versione rap non migliore della precedente.

Di seguito il testo della canzone.

 

 

(Laudrup)
Empieza otro partido
Esto va a ser fácil y divertido
En este momento tenemos el balón
Estamos controlando la situación
(Eusebio)
Atención el estadio está caliente
Vamos a ganar al equipo contrincante
Todo está pendiente seguimos adelante
Sé que se siente y estoy sonriente
(Koeman)
El partido ha terminado
No debes preguntar el resultado
Ya que tú lo sabes nunca lo has dudado
El Barça…ha ganado
(Alexanco)
Hemos controlado la situación
Y ahora te cantamos esta canción
Vamos queremos que te muevas
Hemos superado todas las pruebas
(Bakero)
Hemos ganado tú ya lo has oído
No ha sido fácil pero sí divertido
Ahí está la liga estos son los hechos
¿Resultado? Estamos satisfechos
(Begiristain)
Campeones de la liga
Ya no hay nadie que nos impida
Seguir ganando
Tambien perder ¿de qué estás hablando?!!

El estribillo es un haiku de esos que dejan mella en el subconsciente colectivo. A ver si son capaces de asimilar tanta belleza en bruto:

Barça, Barça
Ya podemos celebrarlo aquí
Barça, Barça
Ya lo ves “aquest any si”

Libro della settimana

Lingua: catalano.

Il Barça, si sa, è nato nel 1899 e dal giorno della sua fondazione ha raggiunto traguardi incredibili ma ha anche sofferto sconfitte durissime. Ha visto passare nelle sue fila giocatori superlativi così come "pedatori per caso". Senza dubbio ha vissuto una storia fatta di momenti complicati, alcuni dei quali mai spiegati fino in fondo. Lluís Solà i Dachs ci rivela nella sua opera le ragioni del suicidio di Joan Gamper, ci inquieta con gli strani esorcismi fatti al Les Corts poco prima che terminasse la guerra civile spagnola e ci chiarisce i maneggi che fecero smettere la samarreta blaugrana a Alfredo di Stefano per fargli indossare quella del madrid. Non manca di spiegarci le ragioni che impedirono al Barça di perdersi le prime cinque edizioni della Coppa dei Campioni, i fantastici rigori di Kubala e i leggendari colpi di testa di César.

Aneddoti giocosi e storie serie del passato che pochi conoscono e alcuni hanno scordato dopo l'ultimo decennio di trionfi che non deve farci dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo.

 

Lluís Solà i Dachs, 'De Gamper a Cruyff. El Barça d'ahir explicat als culers d'avuí', ed. Dux, 205 pag. 2013.

 

27/10/1974: Barça-Salamanca

20 agosto 2016: Esordio vincente

Inizia una nuova stagione al seguito del nostro Barça. I nostri soci Giulia e Luciano non si sono lasciati sfuggire l'occasione di vedere i blaugrana per due volte in pochi giorni assistendo alla finale di Supercoppa e all'esordio in campionato contro il Betis di Siviglia. A fine gara foto di rito con la penya Bergamo e Joaquim, storico amico del nostro club.

Sciopero e canterani

Luis Milla, canterano poi approdato in prima squadra. www.blaugranas.com

La seconda giornata della Liga 1984/85 fu messa in pericolo da uno sciopero indetto dai calciatori attraverso la AFE (Asociaciòn Futbolistas Espanoles). I club erano decisi a preservare la regolarità del torneo e contemporaneamente a fare pressioni sugli "indisciplinati calciatori e si misero d'accordo per far disputare le partite alle squadre giovanili: così ol 9 settembre 1984 al Camp Nou scesero in campo i calciatori del Barça Amateur (paragonabile al Barça B di oggi) contro la primavera del Real zaragoza.

 

I giovani blaugrana giocarono un autentico "partidazo" e si imposero con un rotondo 4 a 0. Al termine della partita il pubblico entusiasta auspicò in coro un proseguimento dello sciopero; tra quegli undici scesi in campo Luis Milla e Francisco Lopez-Lopez sarebbero poi approdati in prima squadra.

 

Questa la formazione quel giorno: Abellan, Padilla, Carreras, Aranda, Bueno, Retuerto, Milla, Cristobal, Lopez-Lopez, Lobo, Martìn.

Il nipote di Joan Gamper socio onorario della nostra penya!

Da qualche giorno Xavier Gamper, nipote del fondatore del FC Barcelona, è socio onorario della nostra penya. Nella foto sottostante Xavier Gamper, a destra, appare con la nostra sciarpa ed in compagnia di Julio Salinas, giocatore del Dream Team blaugrana di inizio anni '90. Un grosso grazie ad Alessandro che ha reso possibile tutto questo!

 

Pubblichiamo qui di seguito due righe di saluto che il nostro socio onorario ha voluto indirizzare a tutti noi:

 

 

"Ciao a tutti,
 
É' un piacere inviare saluti a la Penya del Barça di Torino.
 
Il mio caro amico Alessandro mi ha spiegato tutto quello che state facendo per il Barça nella penya di Torino.
 
Congratulazioni e Força Barça!!"
 
Xavier Gamper, nipote del fodatore del Barça

Come diventare soci del F.C. Barcelona

Per diventare soci del Barça è necessario essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

1) essere parente di primo o secondo grado di un socio maggiorenne;

2) essere già stato in passato socio del Barça per un periodo minimo di almeno due anni.

 

Chi ne ha i requisiti può associarsi pagando la quota annuale di 170 euro (valida fino al 31 dicembre 2014) che dà diritto a:

- tessera socio con fotografia

- statuto del Club

- targa ricordo

- attestato rilasciato dal F.C. Barcelona.

 

Chi, pur non avendone al momento i requisiti, vuole comunque farsi socio ha la possibilità di richiedere la tessera di "compromis" con la quale fa di fatto richiesta per entrare nell'entità in qualità di socio (cosa possibile superata la scadenza di tre anni dal rilascio della tessera di "compromis". Il costo della tessera è di 131 euro ed è valida fino al 31 dicembre 2014.

Compiuta la scadenza sarà possibile fare la richiesta per diventare socio.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili presso il sito ufficiale all'indirizzo: http://www.fcbarcelona.cat/socis/com-ferte-soci/detall/fitxa/nou-proces-altes-de-soci-senior-majors-de-15-anys

 

E' anche possibile contattare direttamente l'OAB (l'Oficina de Atenciò al Barcelonista) all'email oab@fcbarcelona.cat